Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 10

Nasce “LatteRì”, il latte fresco di bufala col 50 per cento di acqua in meno

Scritto da 

Napoli – E’ servito un bel po’ di mesi al laboratorio “Ricerca&Sviluppo” del “Gruppo La Mediterranea” per trovare la formula perfetta. Alla fine, però, è arrivata: col 50 per cento di acqua in meno, il latte fresco di bufala non perde le caratteristiche nutritive e gustative, anzi le principali qualità organolettiche rimangono inalterate.

Dunque, il gustoso ingrediente può conservarsi naturalmente più a lungo diventando un prodotto estremamente versatile e prezioso per la valorizzazione di una vasta gamma di preparati, dalla gastronomia alla pasticceria alla gelateria. Nasce così “LatteRì”, ultimo arrivato in casa “La Mediterranea”, azienda casearia leader del mercato dei latticini con esportazioni non solo in Italia, ma anche negli Stati Uniti, in Giappone, Cina, Russia, Corea, Emirati Arabi ed Australia.

L’alto tenore di grassi di “LatteRì” (18%) fa sì che, per una stessa preparazione, ci sia bisogno di meno latte, rispetto all’uso del vaccino, con un risultato finale qualitativamente e sensorialmente superiore. Ma, in ogni caso, la percentuale grassa è estremamente versatile in quanto, diluendo il latte, può essere ridotta fino a raggiungere il livello desiderato mantenendo comunque le caratteristiche organolettiche peculiari del latte di bufala.

Inoltre, la materia prima, costituita esclusivamente da latte di bufala proveniente da area DOP, subisce solo il processo di concentrazione senza altre modificazioni. “LatteRì” è un’ottima fonte di proteine e calcio e ricco di vitamine, sali minerali e fosforo.

fonte: www.newsfood.com